fbpx

I-Tech Innovation Program 2022, un milione e 600mila euro per le startup innovative

Nel 2020 Lighthouse Biotech era una startup che voleva fare il grande salto grazie alla sua tecnologia capace di eseguire un’analisi poco invasiva delle cellule tumorali estratte dal sangue dei pazienti.

Lighthouse Biotech ha potuto contare sul supporto del programma di accelerazione I-Tech Innovation, e ora ha ottenuto un investimento da 1 milione e 100mila euro da parte di fondi e aziende specializzate nel settore sanitario.

Digital health, biotech e pharmaceutic, AI, big data analysis, financial inclusion e social impact, design circolare ed eco-sostenibile.

Questi alcuni dei settori che, nel 2022, saranno supportati dalla nuova edizione del programma di incubazione e accelerazione per startup I-Tech Innovation Program 2022.

Un milione e 600 mila euro è la cifra che sarà destinata alla crescita delle startup innovative, team indipendenti, ricercatrici e ricercatori. L’iniziativa è della Fondazione Golinelli e di Crif.

A gestire il programma I-Tech Innovation sarà G-Factor, società specializzata nell’accelerazione al mercato delle aziende. G-Factor oltre al supporto economico fornirà servizi di mentoring, formazione e approfondimento sui temi strategici per lo sviluppo dell’impresa.

I-Tech Innovation Program 2022, obiettivo e modalità della call

L’obiettivo di I-Tech Innovation è quello “di favorire la creazione di una nuova imprenditorialità ad alto contenuto innovativo e tecnologico, investendo sui settori di eccellenza italiani, e nel lungo periodo contribuire a colmare il grave ritardo dell’Italia in ambito tecnologico”.

La prima edizione del programma ha previsto 3 distinte “Call for Innovation”, dedicate ai tre
settori strategici a livello nazionale.

Sono state selezionate 7 startup, a fronte di oltre 250 proposte pervenute, su cui sono stati effettuati degli investimenti in equity (partecipazione), ed è terminato a dicembre scorso il programma di accelerazione.

Nell’autunno del 2022 partirà la nuova edizione 2022, il 19 giugno scade invece il termine per presentare le candidature.

Uno dei tanti seminari organizzati da G-Factor

I settori della call I-Tech Innovation Program 2022

In questa edizione sono previste 3 Call for Innovation nei settori Life Science & Digital Health, FinTech & InsurTech e AgriTech & FoodTech.

A queste si affiancano 2 Call for Plug In per due nuove verticali sperimentali: la prima dedicata a Industry 4.0, Big Data processing-HPC & Applied Artificial Intelligence (in partnership con Competence Center Bi-Rex), la seconda a Social Impact (in partnership con Emil Banca e Gruppo BCC ICCREA).

Nello specifico il bando sul Social Impact, lanciato in partnership con Emil Banca e il Gruppo BCC Iccrea, prevede un investimento di 40.000 euro in kind (servizi) per un massimo di 2 start-up, che potranno usufruire anche di facilities e servizi offerti dai promotori e dal partner.

La call si focalizzerà sul settore della Financial Inclusion per soluzioni innovative che favoriscano l’accesso ai servizi bancari e finanziari e il loro utilizzo alle fasce di popolazione più deboli, concorrendo all’obiettivo di migliorarne la salute e l’indipendenza finanziaria e ridurne la vulnerabilità economica.

Nel dettaglio, la call mira a individuare idee innovative in grado di ridurre le barriere di tipo informativo, tecnologico, infrastrutturale o legate alla partecipazione al sistema economico che ad oggi riducono l’accesso tanto digitale quanto fisico ai servizi forniti dalle banche.

Le modalità dell’accelerazione di I-Tech Innovation

Le call di I-Tech Innovation Program 2022 sono aperte a ricercatori, ricercatrici, team indipendenti e startup che vogliono trasformare i loro progetti in una realtà imprenditoriale.

I team selezionati avranno accesso a G-Force 2022, il programma di accelerazione personalizzato che offre investimenti, mentoring e business networking.

Le startup selezionate avranno la possibilità di partecipare ad un programma di accelerazione della durata complessiva di 4 mesi.

Change-Makers è il magazine digitale che racconta idee, storie, protagonisti del cambiamento. Scriviamo di cooperazione e innovazione sociale, ambientale, economica, digitale, organizzativa, etica e filosofica.
Se vuoi restare in contatto con noi iscriviti alla nostra newsletter.

Una prima fase di attività intensive della durata di circa 2 mesi (dal 10 ottobre al 15 dicembre 2022), con lo scopo di accompagnare i team a presentarsi a potenziali partner industriali; e una seconda fase di 2 mesi di mentoring e follow up da remoto (dal 16 dicembre 2022 al 9 marzo 2023) dedicati all’execution con incontri tailored sulle esigenze della specifica startup, con l’obiettivo di condurre i team a presentarsi a potenziali investitori ed entrare in successive fasi di crescita e sviluppo.

Change-Makers è il magazine digitale che racconta idee, storie, protagonisti del cambiamento. Scriviamo di cooperazione e innovazione sociale, ambientale, economica, digitale, organizzativa, etica e filosofica.
Se vuoi restare in contatto con noi iscriviti alla nostra newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca nel sito