fbpx
Icarus

Volare basso?

Caro Padre Dedalo  ieri rileggevo dalle Metamorfosi di Ovidio l’ultimo tuo consiglio, prima di spiccare il volo dal Labirinto. Prima di volare alto e precipitare.  Ricordo quegli istanti.  Avevi il tuo solito dito puntato e quel tono saccente e mortificante che non ho mai sopportato.  Queste le tue parole tramandate da Ovidio:  Prendere il volo […]

Icarus

Lettera a mio padre Dedalo

Caro padre Dedalo Se non fossi morto in quel lembo di mare Egeo dove precipitai per colpa tua, avrei passato la vita intera a cercarti.  Per ucciderti. Mi sarei costruito quella stessa fatale predestinazione toccata a Edipo.  Con cura e consapevolezza, ti avrei inseguito per tutto il mediterraneo pur di urlarti (prima di Jim)  “Padre, […]

Icarus

Buon 2022!

Le conclusioni non esistono neppure a fine anno. E non ci saranno in questo spazio che nelle mie intenzioni è niente di più di un preludio e un invito a ragionare ancora assieme per produrre allineamento. Perché credo serva: allineamento nelle nostre vite e tra le nostre vite, tra il nostro fare e il nostro desiderare. […]

Icarus

Io vago, io vado

Innanzi allo sgomento che frena Ogni facile sortita Accanto alla mano protesa  Che implora la vita Io vado Come un treno che sente Il binario che trema L’occhio che si schiude La tempia che brucia Io vago Sotto una pioggia di ciottoli E il fragore di schegge Con la mano che scuda il volto E […]

Cerca nel sito